Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Milano è considerata la capostipite di tante discipline sportive, artistiche, culturali e chi più ne ha più ne metta, ma una su tutte, in Italia, si è potuta vedere per prima proprio nel capoluogo lombardo.

A fine anni ’80, inizi ’90, chi passava a metà di Corso Vittorio Emanuele, per proseguire in San Babila, si imbatteva, praticamente per tutto il giorno, alla sua destra, nell’ampio spiazzo dove giravano, saltavano e volteggiavano ragazzi coloratissimi e pieni di energia.

Bandits Crew

La breakdance arrivava direttamente dalle periferie di New York al Duomo, grazie ai suoi emuli nostrani che, sulle basi sparate dalle casse di mangianastri giganti, coreografavano il sogno americano.

Il tempo è passato, gli improvvisati performers si sono trasformati in atleti professionisti e la breakdance è diventata oggi uno stile di vita vero e proprio, con tanto di campionati disputati e seguiti in tutto il mondo. E Milano si è presa il primato che le spettava di diritto, con una delle crew più importanti e premiate: i Bandits, capitanati dal loro leader pluripremiato Roman Froz.

Li abbiamo incontrati nel loro quartier generale in via Rovereto 10. Vederli in azione è uno spettacolo!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

MILANOFFLINE

Potete seguirci anche su telegram channel

JOIN CHANNEL
CLOSE